Manifesto per la convocazione di un Processo Costituente a Catalunya

- No Comments

I sottoscritti lanciamo un apello ai cittadini ad aderirsi al presente Manifesto che ha come obiettivo la convocazione di un processo costituente a Catalunya che deve permettere al popolo catalano decidere in un modo democratico e pacifico il modello di Stato e di paese che desidera.

Negli ultimi due anni i cittadini hanno organizzato molte mobilitazioni le cui hanno mostrato un potenziale della lotta sociale crescente e largo rifiuto alle politiche che provano di risolvere l’attuale crisi premiando con i soldi, reconoscenza e privilegi i responsabili diretti allora che sprofondando di più nei debiti per il futuro.

L’attuale modello economico, istituzionale e il suo ordinamento politico ha fallito.

Bisogna creare urgentemente un nuovo modello político e sociale, senza le stesse formule del passato, e siamo conscienti che questo processo non sarà facile neanche veloce. Il nuovo modello avrà bisogno di una autoorganizzazione e la assoluta mobilitazione sociale in modo continuato. Soltanto se la cittadinanza è attiva e patecipativa alla strada sarà possibile garantire un processo di profonda trasformazione sociale.

Il compito per conseguire questo scopo consiste nell’avviare un processo di reflessione e confluenza ampia, plurale i partecipativa capace di riconoscere nella propia competenza e diversità tutti i collettivi che da tanto tempo hanno lavorato per il cambiamento democratico e pacifico, e lasciare al contempo spazio a una piattaforma comune capace di mettere in evidenza la situazione di disagio soziale crescente e trasformarla in una maggioranza política organizzata per il cambio di modello.

Soltanto iniziando un processo dal basso, creando spazi di incontro tra il numero massimo di collettivi e persone, entro qualsiasi quartiere o paese, si può creare un nuovo strumento plurale e diverso per articolare una candidatura ampia per le prossime elezioni al Parlamento di Catalunya. Questa candidatura avrà l’obiettivo di difendere la convocazione di una Assemblea Costituente per definire il nuovo modello di Stato e organizzazione socioeconomica che il popolo desidera.

Il nostro obiettivo non è quello di fondare un nuovo partito político. Noi due che presentiamo questo documento non abbiamo voglia di presentarci alle elezioni, invece vogliamo contribuire a stimolare un processo dal basso per creare una candidatura comune che abbia lo scopo di una convocazione de l’assemblea costituente, per fare una nuova Costituzione per la Repubblica catalana. Con la nuova Costituzione non sarà possibile nel futuro che gli interessi dei pochi siano più importanti che le necessità della maggioranza. Un progetto di cambio sociale e di rottura con l’ordine attuale deve difendere le misure di base più urgenti. Il lavoro di tutte le organizzazioni e persone partecipanti in questo processo è quello di definire in comune queste misure. Comunque un primo elenco provvisorio, indicativo e non esauriente di punti a considerare è questo:

  1. Espropiazione del settore bancario privato, difesa di un settore di banca pubblico ed etico, l’audit del debito pubblico e cancellare il debito illegittimo.
  2. Stipendi e pensioni dignitosi, no ai licenziamenti, riduzione della giornata lavorativa e la condivisione del lavoro, compreso il lavoro domestico e di assistenza non retribuito.
  3. Democrazia partecipativa, riforma del sistema elettorale, controllo sui rappresentanti eletti, eliminazione dei privilegi dei politici e la lotta decisa contro la corruzione.
  4. Alloggio decoroso per tutte le persone, moratoria nelle espulsioni dalle abitazioni e una applicazione retroattiva della dazione.
  5. No alle privatizzazioni, tornare in dietro i ritagli e uno sviluppo del settore pubblico soto controllo sociale.
  6. Diritto sul proprio corpo e no alla violenza di genere.
  7. Riconversione ecologica dell’economia, espropiazione e socializzazione de le aziende energetiche e sovranità alimentare.
  8. Diritti di cittadinanza per tutte le persone, no all’ esterofobia e l’abrogazione della legislazione sugli stranieri.
  9. Mezzi di comunicazione pubblici sotto controllo democratico, programmatico e rete libera e decommercializzazione della cultura.
  10. Solidarietà internazionale, no alla guerra, e per una Catalunya senza l’esercito e fuori della NATO.

Siamo in un momento storico particolarmente importante e bisogna fare un passo avanti e unire le forze. Lanciamo così un apello ai cittadini di Catalunya per firmare il presente Manifesto e contribuire a costruire fra tutte e tutti noi questa iniziativa sul cambiamento per un modello sociale, economico e politico più equo e partecipativo il cui rifiuta di separare la Libertà de la Giustizia e della Solidarietà

Arcadi Oliveres & Teresa Forcades

10 Aprile 2013

Deixa un comentari

Estàs comentant com a convidat.

Visit bigtheme.net/wordpress for wordpress templates

Copyleft 2013 de Procés Constituent
Desenvolupat per l'Equip Web